ALIMENTAZIONE IN CASO DI CANCRO

ALIMENTAZIONE IN CASO DI CANCRO

La diagnosi di cancro mette i proprietari dei cani in una profonda disperazione, spesso ci si sente come se il veterinario abbia pronunciato una condanna a morte e si cade in una sorta di impotenza. In caso di cancro ci sono trattamenti significativi ed esiste la possibilità attraverso una dieta casalinga, di poter dare al vostro amico a quattro zampe ancora un lungo periodo di vita.

Il tumore è causato da diversi fattori come ad esempio l’inquinamento, le tossine presenti nell’ambiente, l’obesità e l’alimentazione. L’alimentazione probabilmente svolge un ruolo importante più di quanto si possa pensare: il numero di cani affetti da cancro è aumentato in proporzione al crescente numero di cani nutriti con i mangimi. Una dieta composta da alimenti freschi, è la migliore prevenzione del cancro.

Le cellule tumorali vengono costantemente prodotte nel corpo. Un sistema immunitario sano e funzionale è in grado di riconoscere queste cellule e di distruggerle. Dato che l’efficienza del sistema immunitario diminuisce con l’aumento dell’età, molto spesso i cani si ammalano di tumori in età avanzata. La maggior parte delle cellule tumorali si formano a causa di un’eccessiva ossidazione ed infiammazione, per questo vengono usati spesso degli anti-ossidanti ed anti-infiammatori nei trattamenti alternativi contro il cancro.

I primi sintomi di cancro sono gonfiore, che aumenta continuamente, altri segni sono la perdita di appetito, perdita di peso improvvisa, le ferite non guariscono, un cattivo odore, sanguinamento dagli orifizi del corpo, letargia, zoppia e rigidità, difficoltà respiratorie e problemi con la defecazione o la minzione.

Un cane affetto da tumore non deve mangiare cereali, perché le cellule tumorali preferiscono nutrirsi di glucosio prodotto dai cereali. La digestione dei carboidrati porta, nei cani affetti dal cancro, un forte aumento del lattato nel sangue che talvolta priva il corpo di energia e causa iperacidità. I cani affetti da tumore hanno un metabolismo dei lipidi disturbato e ciò porta ad un aumento del bisogno di grassi. Le cellule tumorali non riescono ad utilizzare i grassi ma allo stesso tempo si verifica una perdita di peso nei cani affetti da questa patologia. In presenza di questa patologia bisognerebbe somministrare acidi grassi Omega 3 in grandi quantità, in quanto previene la crescita e la formazione delle metastasi. Un’ottima fonte di acidi grassi Omega 3 sono gli olii di pesce che contengono la lunga catena omega acido docosaesaenoico 3 acidi grassi (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA), soprattutto gli eicosanoidi sono utili per bilanciare diversi cambiamenti metabolici nei cani affetti da tumori.

I tumori competono con i tessuti del corpo per gli amminoacidi e questo causa una perdita di peso quindi è molto importante che il cane venga alimentato con proteine di alta qualità, in questo modo può digerire il cibo con il minimo dispendio di energia riuscendo a mantenere in buone condizioni muscoli, ossa, organi e sistema immunitario. Ad esempio, l’amminoacido arginina rallenta la crescita tumorale e la formazione di metastasi, rafforzando il sistema immunitario. La glutammina aiuta in caso di disturbi gastrointestinali dovuti alla chemioterapia. Alimenti ricchi di arginina e glutammina sono il manzo, la selvaggina, il pollame, il pesce, il tuorlo d’uovo, le noci ed i semi zucca. Ad un cane affetto da questa malattia si consiglia di somministrare un po’ più di fegato.

Per contrastare le cellule tumorali possiamo utilizzare specifici tipi di frutta e di verdura. Particolarmente indicati nella dieta sono la papaia, mele, pere, ananas, mango, lamponi, mirtilli, more, kiwi e agrumi. La papaya aiuta anche il corpo a formare arginina. Come verdure sono consigliabili i cavoli, i broccoli, il crescione, le rape, le carote, l’aglio (in piccole quantità) e verdure a foglia verde come il prezzemolo, bietole, spinaci, foglie di rapa, ecc..

Erbe in caso di cancro

Un’ottima erba in caso di cancro è la bardana maggiore che aiuta a purificare il sangue, supporta il fegato, i reni e il sistema linfatico in modo che le tossine possano essere eliminate efficacemente. Inoltre, stimola anche la formazione di interferone, il quale ha un forte effetto anti-tumorale. Altre erbe anti-tumorali sono la radice di tarassaco, l’acetosa, la rumex crispuso, il trifoglio rosso, il galium aparine ed il crescione. L’echinacea rafforza il sistema immunitario e può essere somministrata anche per aiutare a prevenire il cancro alzando le difese immunitarie.

Anche la corteccia di unghia di gatto, la quale contiene grandi quantità di antiossidanti e alcaloidi, stimola il sistema immunitario ed aumenta la capacità di eliminare le cellule tumorali e le tossine prodotte da quest’ultimo. Inoltre, l’unghia di gatto rilassa, guarisce e purifica il sistema digestivo e così allevia alcuni effetti collaterali della chemioterapia. L’olio di semi di lino è utilizzato spesso nel trattamento del tumore perché contiene grandi quantità di acido α-linolenico (ALA) e lignani.

Webibliografia: www.barf.it

 

 

Potrebbero Interessarti …


Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.