ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA E IN ALLATTAMENTO

ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO 

L’alimentazione della cagna durante il periodo della gestazione e dell’allattamento è molto importante, perché i cuccioli ricevono nelle prime settimane dalla madre, tutto il nutrimento e gli anticorpi necessari.

È importante che la madre non aumenti o diminuisca di peso, dal momento della fecondazione fino alla 4°-5° settimana. Spesso le cagne sovrappeso, hanno problemi con il parto e invece le cagne sottopeso possono non produrre abbastanza latte nel periodo dell’allattamento.

Il movimento della madre è importante per il metabolismo, per mantenere la tonicità e per mantenere il benessere psicologico ed è meglio anche evitare delle situazioni di stress e delle attività sportive agonistiche.

La femmina fino alla 5°-6° settimana di gestazione, non ha bisogno di più cibo della sua solita razione, perché in questo periodo, la crescita dei feti è molto ridotta. Fino alla 5° settimana arrivano soltanto al 30% del loro peso alla nascita. In queste settimane la cagna spesso può stare a digiuno e in questo caso non bisogna alimentare in modo forzato la cagna.

Nel primo periodo di gravidanza, si può dare da mangiare alla cagna il suo cibo abituale nella quantità normale, ma bisognerebbe fare attenzione che sia coperto il suo fabbisogno di nutrienti.

Nell’ultimo terzo della gravidanza il fabbisogno di energie aumenta fino a 1,5 volte, per questo è consigliabile a partire dalla 4° settimana di gravidanza di aumentare il cibo di circa il 15% a settimana. È importante mantenere la futura madre in un peso ottimale.

Nelle ultime 2 settimane di gravidanza, è consigliabile dare da mangiare alla cagna 3-4 volte al giorno, per facilitare la digestione. Negli ultimi giorni è meglio dargli del cibo facilmente digeribile e di non darle delle grosse quantità di ossa.

Integratori alimentari

È bene utilizzare integratori alimentari durante la gravidanza.

Le foglie di lampone fortificano l’utero e facilitano molto le fasi del parto e si possono mescolare le foglie direttamente con la razione, oppure fare una tisana e mescolarla con il cibo.

Dopo il parto si può darle metà dose, per stimolare la produzione del latte e per aiutare l’utero nel processo di autopulizia.

L’erba medica contiene molto calcio, ferro, zinco, vitamine del gruppo A, B, K, Biotina e microelementi.

La vitamina C è importante per lo sviluppo delle ossa e della cartilagine, facilita il parto e previene la nascita di cuccioli deboli.

Le alghe marine stimolano il metabolismo e sono ricche di iodio per un’ottima funzione della tiroide.

L’aglio purifica il sangue, rinforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire l’infestazione dei vermi. Specialmente durante l’allattamento, le cagne, dovrebbero mangiare un po’ d’aglio, perché le sostanze dell’aglio verranno trasmesse al latte.

Gli acidi grassi essenziali Omega 3, andrebbero aggiunti nel periodo della gravidanza e dell’allattamento e gli alimenti più ricchi di queste sostanze sono: l’olio di semi di lino e l’olio di pesce.

La vitamina E è un importante antiossidante in quanto impedisce che gli acidi grassi essenziali, vengano distrutti dai radicali liberi. Una carenza di vitamina E può causare degli aborti e dei problemi nel parto, ed inoltre aiuta a prevenire la nascita di cuccioli con scarse difese immunitarie. Ricchi di vitamina E sono l’insalata e tutta la verdura a foglia verde e l’erba medica.

Le vitamine del gruppo B sono importanti per lo sviluppo del cucciolo, una carenza può causare la malformazione, specialmente nel caso di mancanza della vitamina B9.

La vitamina A si trova in abbondanza nel fegato mentre la vitamina D si trova nel pesce, nel fegato, nei latticini e nella verdura a foglia verde.

Le vitamine K1 e K2, vengono sintetizzate dall’intestino. Le vitamine del gruppo K si trovano nel pesce, nel fegato, erba medica, alghe, tuorlo dell’uovo, olio di pesce e verdura a foglia verde.

Il calcio è importante per lo sviluppo delle ossa, per il cuore, la circolazione sanguigna, per la gravidanza e l’allattamento. Alimenti ricchi di calcio sono l’erba medica, le alghe, la verdura a foglia verde e il guscio d’uovo.

Il fosforo è importante per le funzioni cerebrali, crescita del pelo e per la costituzione delle ossa. Il pesce in questo caso è molto indicato, ovviamente senza lische!

Il rapporto tra Ca/P dovrebbe essere fra 1,1:1 e 1,5:1, dipende dall’età e dalle condizioni del cane ma non bisogna esagerare con l’eccesso di calcio che può causare malformazioni e blocco della crescita. Durante la gestazione, il fabbisogno di calcio non è molto più alto del normale, ma durante l’allattamento, aumenta in modo considerevole con la produzione del latte e quindi la quantità di calcio assorbito, dovrebbe essere più alta.

La nascita

Se durante il parto la madre è molto stanca, le si può somministrare dei pasti liquidi contenenti un po’ di latte di capra o succo di frutta con uovo e miele, che dà velocemente energia e non appesantisce la digestione.

Lattazione 

Nella prima settimana spesso basta l’1,5 volte tanto di cibo, a eccezione che ci siano tanti cuccioli. Dalla 3° alla 4° settimana dopo il parto, aumenta fino a 2,5 volte tanto, inoltre è molto importante lasciare sempre acqua fresca e pulita a disposizione.

Bisogna fare attenzione a fornire calcio a sufficienza e che il rapporto calcio/fosforo sia di circa 1,5:1. È bene tenere sotto osservazione la femmina per assicurarsi che non dimagrisca in modo eccessivo e pesare i cuccioli ogni giorno, per essere sicuri che aumentino di peso.

I seguenti alimenti, aiutano a stimolare la produzione del latte materno come latte vaccino o di capra, carote, fiocchi d’avena, alghe, melassa, miele, uova ed erba medica. La cagna dovrebbe allattare i suoi cuccioli fino a quando ritiene lei necessario, presupponendo che ci riesca senza perdere troppe sostanze. Una cagna sana offre ai suoi cuccioli del latte 1-2 volte al giorno ancora dopo 8 settimane e questo non dovrebbe essere impedito, almeno che la cagna non dimagrisca molto.

Naturalmente bisogna fare attenzione che la cagna mangi in abbondanza in modo che copra anche il suo fabbisogno (dare da mangiare 2 volte/dì).

MI RACCOMANDO PRIMA DI SOMMINISTRARE QUALUNQUE COSA AL VOSTRO AMICO A 4 ZAMPE CHIEDETE CONSIGLIO AL VOSTRO MEDICO ALIMENTARISTA.

Webibliografia: www.barf.it

 

Potrebbero Interessarti …


Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.