LA FILARIA NEL CANE E NEL GATTO

LA FILARIA NEL CANE E NEL GATTO 

La filariosi cardiopolmonare, chiamata comunemente filaria, è una malattia che può colpire sia cani che gatti. La filaria è causata da un parassita che compie il suo ciclo vitale sia all’interno di un ospite intermedio (zanzara), che in un ospite definitivo (animale). Gli agenti eziologici di questa malattia sono: Dirofilaria immitis e Dirofilaria repens.

Gli adulti di Dirofilaria immitis si ritrovano nelle arterie polmonari e a volte nell’atrio destro e nella vena cava inferiore e questa viene chiamata filariosi cardio-polmonare. Gli adulti di Dirofilaria repens si localizzano a livello sottocutaneo e viene chiamata filariosi sottocutanea.

Entrambe le forme adulte liberano nel sangue larve ingerite poi dalle zanzare, quando queste succhiano il sangue. Le zanzare sono l’ospite intermedio e qui le larve stazionano nell’apparto buccale e compiono due mute che portano alla formazione delle larve infestanti, trasmesse poi a un nuovo ospite, durante il pasto della zanzara.

Nell’ospite definitivo i parassiti vanno incontro ad altre 2 mute successive raggiungendo la localizzazione di loro interesse.

L’infestazione da Dirofilaria immitis è la più pericolosa, a causa della localizzazione di un gran numero di parassiti in una zona ben nota. I parassiti adulti svolgono un’azione irritativa e ostruttiva a livello cardiaco e un’azione tossica sul fegato.

Il ciclo vitale della filaria prevede 5 stadi di sviluppo larvale. Le femmine adulte producono numerosissime larve al primo stadio, che vengono ingerite dall’insetto. Le larve passano due stadi di sviluppo nel vettore. La larva al terzo stadio viene inoculata di nuovo dal vettore nell’ospite definitivo.

La larva passa altri due stadi di sviluppo prima di diventare adulte e raggiungere la sua locazione, a seconda della specie.

I sintomi principali di questa malattia sono:

–       stanchezza;

–       tosse;

–       dimagrimento;

–       edema polmonare;

–       insufficienza cardiaca.

Questi sintomi si aggravano ulteriormente quando l’animale è sottoposto a sforzi. In caso di bassa concentrazione di parassiti, la parassitosi può essere anche asintomatica, per questo motivo è sempre bene effettuare dei test di controllo, se non viene curata l’animale va incontro a morte certa.

Webibliografia: http://www.my-personaltrainer.it/veterinaria/filaria-cane.html

Potrebbero Interessarti …


Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.